SPORTELLO D’ASCOLTO PSICOLOGICO A SCUOLA IN EMERGENZA SANITARIA COVID-19: PANDEMIA DI EMOZIONI

da | Gen 19, 2021 | Comunicazioni Famiglie, News

Lo Sportello d’Ascolto Psicologico nasce su precisi riferimenti legislativi per promuovere il benessere psichico e relazionale degli studenti e di coloro che partecipano alla comunità scolastica.

Esso offre un contenitore in grado di dare significati nuovi ai vissuti espressi, in un’ottica di ascolto empatico. L’attività di ascolto, di confronto e di sostegno, è volta ad accompagnare l’altro nella ridefinizione dei vissuti percepiti e nella ricerca di strategie possibili per affrontarli. Gli interventi sono modulati sulle caratteristiche peculiari del singolo, tenendo conto della specificità di ciascun individuo, o del gruppo nel suo insieme.

La comunità umana è coinvolta globalmente in un trauma collettivo, che sta travolgendo le nostre vite e le nostre abitudini di prossimità reciproca e ci immette in un clima di allerta e di preoccupazione, sia da un punto di vista fisico, sia emotivo. Sentimenti di paura, di ansia, sensazioni di mancanza di controllo, tempi dilatati e poco strutturati, come anche la mancanza di movimento, di spazi riservati e convivenze forzate, sono condizioni che possono nuocere all’equilibrio interno personale e familiare e richiedono di essere gestite per non evolvere in stati di crisi acute.

In un momento tanto difficoltoso, lo spazio d’ascolto fornito dalla scuola può dunque diventare un utile contenitore, nel tentativo di offrire strategie di gestione più funzionali dinnanzi ad equilibri stravolti.

In tale quadro, i nostri ragazzi sono tra gli individui che oggi più necessitano di contenimento, in quanto già soggetti a stati di vulnerabilità, insiti nella loro delicata fase di sviluppo adolescenziale.

 

Lo sportello d’ascolto quindi si propone una serie di azioni mirate al raggiungimento di una serie di obiettivi.

 OBIETTIVI:

  • Favorire il benessere di tutta la comunità scolastica, dai ragazzi ai docenti, alle famiglie, pensandoli in un sistema complesso e continuo di interazioni, relazioni e legami. Costituire quindi una rete di collaborazione tra scuola e famiglia nella quale ognuno con la propria specifica competenza e specifico ruolo può contribuire al percorso formativo e di crescita in generale degli studenti della scuola.
  • Dare uno spazio di accoglienza, ascolto e aiuto agli studenti, laddove ci sia specifica necessità, organizzando sia colloqui individuali che incontri e percorsi specifici nelle classi, avendo in mente il particolare momento del ciclo di vita (adolescenza) e le fragilità ad esso connesse oltre che la specificità del contesto e del momento storico.
  • Fornire uno spazio di accoglienza, ascolto, riflessione e condivisione anche per gli insegnanti che sentono la necessità di mettere a fuoco singoli casi difficili all’interno delle loro classi oppure gruppi classi problematici o sentono l’esigenza di riflettere sul proprio ruolo di insegnante in quel particolare sistema o a causa di questo particolare momento
  • Creare un tessuto di conoscenze, azioni, significati condivisi tra famiglie e istituzioni scolastica allo scopo di facilitare il dialogo su tematiche di comune interesse identificate sulla base dei bisogni emergenti, nonché per favorire in generale la comunicazione e i rapporti tra istituto e famiglie.

 AZIONI: 

  • Sportello individuale o a gruppi per studenti con finalità di sostegno, ascolto e comprensione per eventuali problematiche legate al contesto scolastico ed in generale al contesto relazionale più ampio;
  • Sportello individuale per docenti e momenti di condivisione e confronto a piccoli gruppi su situazioni (classi o singoli) particolarmente difficili;
  • Percorsi nelle classi (richiesti dal Coordinatore/team di classe) con obiettivi e contenuti da definire in base alla necessità specifica;
  • Momenti di dialogo e di confronto rivolti ai genitori (singoli o in gruppo) su tematiche varie da attivare nel caso emergano dei bisogni specifici.

Per la scuola dell’Infanzia lo sportello è rivolto ai genitori degli alunni che ne facessero richiesta.

  • Per gli STUDENTI lo sportello sarà attivato in presenza, durante le ore curriculari, rispettando scupolosamente le disposizioni per il contenimento del contagio, previa autorizzazione di entrambi i genitori.

La richiesta può essere inoltrata dalle famiglie o dai Docenti della classe, previa prenotazione effettuata attraverso l’email sportellopsicologico@curtatonemontanara.com, indicando nome e cognome dello studente, classe di appartenenza e allegando l’autorizzazione della famiglia (è necessaria la firma di entrambi i genitori).

  • Per i DOCENTI E I GENITORI gli incontri si terranno invece a distanza, utilizzando la piattaforma d’Istituto Google Meet, previo appuntamento tramite e.mail: sportellopsicologico@curtatonemontanara.com, o in alternativa telefonando al numero 0587 52060 / 0587 299841.
  • Per interventi su PICCOLI GRUPPI DI STUDENTI O CLASSI INTERE, i Coordinatori (secondaria di I grado) o il team di Docenti (scuola primaria) contatteranno la psicologa (tramite l’e-mail sportellopsicologico@curtatonemontanara.com o contatto telefonico) e pianificheranno la calendarizzazione degli interventi, dopo aver provveduto ad informare tutte le famiglie e a raccogliere le relative autorizzazioni.

Si ricorda che la Dott.ssa opererà sempre nel pieno rispetto della privacy e della deontologia professionale che prevede il segreto professionale.

MODULO CONSENSO INFORMATO GENITORI

 

logoISTITUTO COMPRENSIVO CURTATONE E MONTANARA

 

Ufficio Relazioni Pubblico

Via della Stazione vecchia
56025 Pontedera (Pisa)
Tel.: +39 0587 52060 / 0587 299841
Mail: piic838002@istruzione.it
PEC: piic838002@pec.istruzione.it
Codice Meccanografico: PIIC838002
Codice Fiscale: 81001930502
Fatturazione Elettronica: UFQ62A

© 2018 Argo Software – Portale realizzato con la piattaforma Argo Web – Template Italia configurato sul tema accessibile EduTheme V.2.4 (Mars)